martedì 9 ottobre 2007

verifica intercorso



martedi 16 ottobre è la data della verifica intercorso sia per gli studenti della laurea specialistica (ore 11.00) sia per quelli del servizio sociale (15.00).
l'inizio della prima verifica potrà iniziare con qualche minuto di ritardo per via di un consiglio di dipartimento prefissato. Potrebbero esserci variazioni anche per l'aula in cui le prove si terranno. Eventuali novità saranno segnalate con correzione di questo stesso post.

si raccomanda a tutti di portare con sé: un documento di riconoscimento (libretto o c.i.) nonchè penna, matita, gomma, temperamatite.

57 commenti:

Anonimo ha detto...

Profesòòòòòòòòòòòòò me raccumann fateci domande facili facili ...ahahahahahahah......arrivederci

Anonimo ha detto...

però 60 domande in un'ora sò troppe prof...

Anonimo ha detto...

in sintesi il ciclo della conformita??????

sdery ha detto...

stimatissimo prof lei è un grande piacione ma è soprattutto bravissimo e,,,, le sue lezioni sono sempre appassionanti e imperdibili

relly88 ha detto...

Professò è vero a me piace seguire le vostre lezioni(a differenza di quelle di sociologia...) perkè spiegate cose ke prima ignoravo completamente e poi molte delle volte siete anke divertente.Mi raccomando continuate così...arrivederci a martedì.

Anonimo ha detto...

l

Mary ha detto...

Buongiorno Prof.
Io ed altre ragazze ci satvamo chiedendo se il capitolo sul "sè" (che sarebbe il 4 del manuale della Mannetti) dobbiamo farlo per intero o dobbiamo studiare solo la parte che riguarda gli autori riportati nelle slides sugli "aspetti storici della ps. soc." e cioè W.James e G.H.Mead.
Il capitolo è vasto e solo il primo paragrafo si dedica al pensiero di questi due studiosi.
La ringrazio anticipatamente.

Anonimo ha detto...

Prof la prego le domande facili!!!!!!!!!!!!!...noi matricole siamo al primo esame,e tanto spaventati!xciò...un aiutino!!

Anonimo ha detto...

prof non ho ben capito qulai siamo i risultai prodotti dall esperimento dell after effect??? e poi gli altri eperimenti presenti nellle slide vanno approfonditi???

Anonimo ha detto...

pof.......mi spiaga meglio il concetto di variabile dipende e variabile indipendebte????

Anonimo ha detto...

buona sera prof!!!!!! le volevamo kiedere se nell'influenza minoritaria e nell'influenza maggioritaria c'è la conservazione o se si trova solo in quella maggioritaria o minoritaria. grazie spero in una vostra presto risposta grazie in anticipo

Stani Smiraglia ha detto...

quante domande preoccupanti! per me, perchè mi dicono che molti sono in difficoltà! e a me spiace.... ma il tempo delle spiegazioni è stato dato. Adesso ognuno metta insieme quello che ha. Con tante domande non è necessario saperle tutte.
aggiungo solo una cosa: se avete studiato la parte sul sé male non vi farà, ma la prova più analitica sul sé avverrà nella seconda parte del corso.

Stani Smiraglia ha detto...

aggiungo per Anonimo (l'ultimo)* che la domanda è incomprensibile anche perchè il termine conservazione è inappropriato nel contesto della domanda.

*aggiungo infine per gli anonimi frequentatori del blog: se scrivendo vi sforzerete almeno di inventarvi un nick distintivo potrete essere consapevoli che mi avrete aiutato nelle risposte

sara83 ha detto...

prof spero che le domande si concentrino più sulle lezioni e le slides che sul libro così da avvantaggiare chi ha assistito alle sue lezioni peraltro molto chiare e interessanti...

carla ha detto...

prof ma a quante domande bisogna rispondere per superare il test?? mi scusi prof ma sono agitatissima.

Stani Smiraglia ha detto...

sono più agitato io per gli aspetti organizzativi.
chiedo a tutti di collaborare in ogni circostanza per procedere serenamente.
quante domande? quante domande dovete azzeccare? certamente più di quanto il caso vi possa consentire.. sicché è meglio sapere di che si parla e concentrarsi sui temi ribaditi

manu ha detto...

Gentilissimo prof,
leggendo una delle sue considerazioni ho riso parecchio, soprattutto nel punto in cui lei fa riferimento al caso (nel rispondere alle domande del test)... Mio Dio!!!! ( qui ci vuole proprio!!!) Per me sarebbe veramente una questione di fortuna ( usando i termini più gentili per riferirsi alla situazione..) se solo un giorno riuscissi a capire come funzionano questi cavolo di tests; c'è chi preferisce la versione "3 risposte di cui una sola esatta"; chi due risposte, di cui una esatta; chi, invece, dai la risposta e spiega il perchè ( ma allora, fammi l'orale,noooo!!!); chi mette le risposte lunghissime; chi quelle cortissime che fanno impazzire....
PROFESSORE, MI CREDA, PUR STUDIANDO CON TUTTO L'IMPEGNO DI QUESTO MONDO, IO QUESTI MALEDETTI ( x alcuni benedetti) TESTS NON LI PROPRIO DIGERISCO...
Mi perdoni lo sfogo, chiedo scusa anche a tutti gli altri utenti; le auguro che la sua agitazione per l'aspetto organizzativo possa passare più in fretta della nostra... e a tutti voi un grande in bocca al lupo...

dani ha detto...

Ciao ragazzi...qualcuno di voi mi sa spiegare in sintesi l'esperimento dell'after effect?
Ma non le fasi, quelle sono sulle slide, mi riferisco più che altro al risultato finale dell'esperimento...cioè in sostanza come agisce l'influenza minoritaria sul giudizio del soggetto ingenuo.

Anonimo ha detto...

anche io credo che i test a risposta multipla siano molto a trabocchetto e quindi pur studiando vanno male

sara83 ha detto...

qualcuno può spiegarmi gli esperimenti sull'after effect?che casino!

canalevalentina ha detto...

ciao,vorrei dire a tutti i ragazzi/e di stare tranquilli perchè la prova di martedì sarà un occasione per rendervi conto se avete capito gli argomenti e poi di potervi preparare al meglio per l'esame finale!non preoccupatevi il prof non è terribile!capisco la vostra agitazione anche io ho fatto questo esame e l'ho superato;l'importante è stare tranquilli e non farsi prendere dal panico se le cose si studiano le risposte avveranno automaticamente e poi vi aspettano molti altri esami e non sempre semplici!colgo l'occasione per salutare affettuosamente il prof.mi trovo nel blog x aiutare un amica che non ha internet.ciao a tutti ed imbocca al lupo!!!

Anonimo ha detto...

con i test a risposta multipla anche se studi non è facile superarlo poi 60 domande in un'ora e per di più bisogna farne bene almeno 40!

Anonimo ha detto...

Egregio prof.Sono una ragazza che ha fatto il trasferimento dall'ateneo della Sapienza a quello di Cassino,e molte cose sono diverse, non essendo munita di matricola,posso svolgere ugualmente la prova di martedì??La ringrazio,Francesca.

Maryg ha detto...

Ciao raga…ieri ho visto ke nel blog c’era un po’ di gente in difficoltà con l’after effect, io l’ho fatto e se volete potete leggere quello ke ho capito…anke se sarebbe meglio ke il prof poi confermasse per evitare ulteriori confusioni….
Prima di tutto Moscovici usa qsto test per analizzare le convinzioni profonde e per vedere quindi, fino a ke punto l'influenza minoritaria può esercitare il suo potere persuasivo.
L’esperimento di Moscovici, Personnaz del 1980 si divide in prove durante le quali vengono formate delle coppie di soggetti (dove c’è sempre un complice dei ricercatori) e qste devono dare individualmente risposte a determinate domande dopo aver visto la famosa diapositiva ke avete sicuramente “fissato” tutti nelle slides.
L’esperimento inizia e diventa più interessante nel momento in cui entrano in gioco i complici di cui parlavo all’inizio.
CASO 1: Il ricercatore, durante il colloquio (se così può essere chiamato) da informazioni su come hanno risposto gli altri soggetti creando così un primo tipo di influenza. Avremo quindi un’ induzione maggioritaria o minoritaria in base alle risposte date.
CASO 2: Le domande in questo caso riguardano il colore della foto e le risposte vengono date a voce alta; avremo così l’influenza vera e propria (interazione) se ad esempio il complice dello sperimentatore risponde per primo dicendo sempre “verde”. Qui la differenza tra le due condizioni, maggioritaria e minoritaria, non c’è.
CASO 3: In questo casi i soggetti devono dare le risposte sulle diapositive in privato e a qsto punto il complice lascia la sala con un pretesto. Il risultato dell’influenza è ancora più evidente qndo la fonte di influenza è assente.
E l’esperimento continua….ma come si attivano, a questo punto credo sia importante sottolinearlo, i processi di influenza maggioritari e minoritaria? Dinanzi ad una maggioranza coerente, ke esprime un messaggio in contrasto con le opinioni condivise, l’individuo è portato a considerare il messaggio vero, legittimato dal prestigio, dal potere della fonte; l’individuo, se invece non è d’accordo, si adegua per non essere diverso.
Non so se è abbastanza chiaro ma qsto è quello che io ne ho ricavato….Sxo vi possa servire!
Un in bocca al lupo a tutti!!!!

Anonimo ha detto...

Per Valentina Canale:
termini il tuo commento con un IMBOCCA AL LUPO...
da solo non riesce a mangiare?

eva kant ha detto...

credo che un esame di piscologia sociale possa aiutare molto, possa aiutarci perchè oltre a farci avere dei crediti per il raggiungimento della laurea ci serva anche per capire cosa succede fuori da casa nostra. credo che io non sono nessuno per giudicare l'operato di un docente ma allo stesso tempo credo che esami così dovrebbero essere fatti solo nella modalità orale. lo credo per vari motivi, tra cui il fatto che la materia è così vasta e piena di contenuti e di particolari che un test vero o falso sia riduttivo. io ho sempre preferito affrontare un orale con un programma di 600 pagine piuttosto che uno scritto, certo la mia è una scelta di studio e di vita personale, però ripeto questa scelta mi sembra molto riduttiva. Professore la mia non è una critica al suo operato, ripeto, è solo forse un modo diverso di vedere e concepire le cose....

Anonimo ha detto...

il prof non risponde più a nessuno....ci ha abbandonati a noi stessi!!!!!11

Anonimo ha detto...

penso anch'io che per argomenti così vasti andava fatto un orale. si vedeva meglio se certi argomenti si erano capiti o no. io penso che il prof l'abbia fatto solo per una questione di organizzazione sua...comunque ci tocca!

sara83 ha detto...

ragazzi sapreste dirmi invece in che consiste l'esperimento della torre di controllo di Faucheux e Moscovici?non l'ho trovato da nessuna parte e sulle slides è molto riassuntivo...

eva kant ha detto...

anonimo si alla fine ci tocca... tanto in un modo o nell'latro ce la dovremo rovinare la media...

Anonimo ha detto...

invece di andare al cinema, o meglio, al taetro e al circo, leggo i vostri commenti... Uno spasso......

eva kant ha detto...

E perchè sarebbe uno spasso?

Anomico ha detto...

Forse è uno spasso perchè mettiamo a nudo le nostre difficoltà e sembriamo abbandonati a noi stessi. Ma probabilmente il nostro divertito spettatore non ha notato gli sforzi che facciamo per sostenerci a vicenda e la serietà con cui affrontiamo le tematiche in questione.
Nel caso in cui voglia, lo spettatore potrà rendersi attivo ed arricchire con i suoi interventi la comunità.
Forse diminuirà il suo divertimento, ma almeno noi poveracci potremo abbeverarci alle fonti della conoscenza

eva kant ha detto...

io non sono affatto abbandonata a me stessa, non mi piace questo corso, tantomeno come si svolge,e il fatto che alcuni di noi si sentono come carne da macello non è molto educativo o formativo secondo me..... credo che uno psicologo, un educatore non debba arrivare a questo livello solo per farsi dare un pò di retta da 40, 50 o più studenti.....

mary ha detto...

E'giusto il tuo commento,se hai delle proposte sulle modalità del corso sentiamole, potresti essere di aiuto x tutti quelli ke la pensano come te...scusami ma xkè ti senti carne da macello?..e xkè continui ad esserlo visto ke continui a seguire le lezioni con acquiescenza e sottomissione...ALZATI E FA' SENTIRE LA TUA VOCE ai 40/50 studenti e allo stesso prof..non lo conosco ma penso ke ne sarebbe felice...

eva kant ha detto...

io non seguo affatto...o meglio ho seguito le prime lezioni e poi ho ritenuto meglio non venire più.per il corso beh io avrei fatto solo l'esame orale; per quanto riguarda la carne da macello, io non mi reputo tale ma alcune persone con le quali ho parlato hanno un vero e proprio terrore( scusami il termine esagerato) di questo esame. Sinceramente questo corso così come è strutturato non mi sta dando niente, cosa che invece hanno fatto altri corsi; sinceramente anche il comportamento del professore non mi piace e non ho affatto paura a parlarne ne con lui ne con altri. non per questo dico che deve cambiare, non mi permetterei mai perchè in fondo nessuno può giudicare l'operato degli altri, dico solo che avrei preferito le cose in maniera diversa....

eva kant ha detto...

volevo solo precisare..spero di non essere fraintesa, visto che poi le incomprensioni sono sempre così strane; la mia non è affatto una mancanza di rispetto per il Prof. ne per gli altri frequentatori del blog è solo il mio modo di vedere le cose....

relly88 ha detto...

............

Maryg ha detto...

Se posso dire la mia....anke io nn mi trovo benissimo cn qsto metodo di studio xò scusate....siamo abituati ad avere 8, 9, 10, prof. diversi all'anno con altrettanti metodi diversi qndi dovremmo essere pronti a tutto xkè ormai abbiamo visto di tutto....pensate ke io non ho neanke internet a Cassino e la facoltà di certo non mi (ci) offre un'aula informatica dove potermi (ci) connettere x studiare o interagire sul blog....xò ke devo fa? Sto facendo i salti mortali e credo ke ci sia qualcuno nella mia stessa situazione....cmque quello a cui volevo arrivare è ke non credevo ke il blog dovesse avere qsta funzione, io pensavo ke potesse essere un metodo soprattutto xaiutarci tra di noi, xscambiarci il materiale, le informazioni, magari anke le spiegazioni dov'è possibile invece noto ke pochi si preoccupano di qsto....bò ragà ci sto un pò a rimanè male ma non tanto xil metodo del prof (xkè ve lo ripeto in tutti qsti anni ne abbiamo conosciuti talmente tanti e tutti così diversi tra loro) ma proprio xkè se facciamo così non è ke ci aiutiamo.....

eva kant ha detto...

maryg in questo hai ragione. ma secondo te allora è corretto usare questo metodo? chi non ha internet a casa a disposizione? come fa? per non parlare poi dell'ipocrisia che gira tra noi studenti, se qualcuno di noi ha bisogno di una mano tutti si tirano indietro. se per caso hai saltato una lezione di qualsiasi materia nessuno o quasi ti darà gli appunti.. purtroppo non possiamo contare che su noi stessi....io dal canto mio ho sempre aiutato quando potevo anche persone conosciute appena ma per nostra fortuna\sfortuna non siamo tutti uguali, forse simili ma mai uguali.

Maryg ha detto...

XEva Kant:Dai su, non arrabbiarti, credi davvero ke in futuro o altrove le cose vadano diversamente?
Io sono una di quelle ke gli appunti te li da, anzi sono capace di farti le fotocopie a mie spese se posso....xò ho imparato e ora cerco di prendere solo le cose buone delle persone e delle situazioni.
Ovviamente qsto vale anke xil metodo usato in qsto corso,giusto o sbagliato....xora mi sto "arrangiando" e dove arriverò mi fermerò.
Poi nn è neanke giusto studiare cn il solo fine del voto...l'universit dovrebbe essere qualcosa di più. Ora sta a ciascuno di noi, al singolo, decidere cosa fare e come farlo, xciò su! Un pò d'ottimismo, non guardare qste lezioni o quelle di un qualsiasi altro pro cn qsti occhi.
Garda ke le lezioni di Smiraglia sono interessanti, almeno qndo cominci a capirci qualcosa.....

Stani Smiraglia ha detto...

proverò a rispondere un po' a tutti:
per MaryG: commetti un errore logico alla fine quando dici "Dinanzi ad una maggioranza coerente, ke esprime un messaggio in contrasto con le opinioni condivise..." se l'individuo si trova di fronte ad una maggioranza non può percepire l'opinione della maggioranza come "contraria alle opinioni condivise" semmai è il contrario: sentirà che la sua opinione è in contrasto con le opinioni generalmente condivise!!
la sintesi è ancora più semplice: 1. gli individui hanno delle opinioni che possono essere modificate per effetto della pressione di maggioranza (pressione di gruppo, influenza informazionale e normativa, autorità) o per effetto di una fonte minoritaria consistente. 2. Generalmente l'influenza maggioritaria si produce più agevolmente ma la consistenza della fonte può attivare processi di mutamento del giudizio. 3. la differenza tra influenza maggioritaria (che è più "frequente") e minoritaria è che nel primo caso il cambiamento "esteriore" del giudizio non coinvolge le opinioni personali, nel secondo caso, invece, si determina un fenomeno di "conversione" ovvero di mutamento profondo dell'opinione (ti convinci della risposta "sbagliata"!!!).

rispondo poi a chi non ha ancora la matricola: puoi sostenere la prova.

rispondo a chi si lamenta di essere stato abbandonato: intanto sono io a lamentarmi del fatto che fate poche domande a lezione nonostante le mie sollecitazioni. io non abbandono mai nessuno ma c'è un tempo per tutto.

rispondo infine ad eva: visto che preferisce l'orale e non "teme" nessuno (ne sono straodinariamente lieto! altrimenti il mio corso non verterebbe su temi come l'influenza, l'autorità, la libertà, il sè e la responsabilità personale!)..domando: ma perchè questa persona che oltretutto non segue le lezioni non fa l'esame orale? il test non è obbligatorio.
ovviamente essendo 400-500 persone (tra i diversi c.d.l.) a dover sostenere l'esame io preferisco evitare quantità industriali di esami! ma non ho mai detto che non sono disponibile a fare un esame di qualità.
e allora invito eva kant (interessante la scelta del modello identitario anonimo) chiedo di non fare il test e di fare l'orale ed io mi impegno a fare ciò che ho sempre fatto: a rispettare il coraggio e la coerenza senza pregiudizio per chi non condivide le tue opinioni. sarò felice di riconoscere a eva kant il pregio della competenza e della consistenza! vedremo se eva kant è ciò che dice di essere!

eva kant ha detto...

va bene professore, mi farà piacere allora vederci all'orale. Prof. poi il non temere è una cosa un pò particolare, nel senso che per quale motivo dovrei o meglio si dovrebbe temere un essere umano? cioè, che io faccia lo scritto o l'orale comunque sono messa sotto "esame", ora ammetto essere un mio limitedi il non dare il massimo negli esami scritti, però credo e ho sempre creduto che avere paura non serve a molto nella vita. certo la paura a volte ti evita tante storie inutili e ti evita di bruciarti con il fuoco ma mi scusi lei è un Prof. non credo che solo per un esame potrebbe distruggermi la vita. per questo non temo nessuno... per la questione della verifica scritta io avevo pensato di farla e poi comunque venire all'orale per 2 motivi: sicuro non la passerò, e anche se la passassi prenderei un bruttissimo voto che vorrei migliorare confrontandoci all'esame orale....

Anonimo ha detto...

ma ke e porta a porta!!!!!!!!!
uajiu san gennaro benedika a tutt quannd

anonimo arrabbiato ha detto...

Ribadisco che questi commenti sono uno spasso....
Se non ho studiato abbastanza è perchè "ho perso" tempo nel leggerli tutti.....
( non è vero... scherzo.....!!!!)
Ma, ragazzi!!!!!mi viene da pensare: quanta filosofia nelle vostre parole... Scusate, ma siete una fonte di saggezza unica.... e chiedete pure il perchè siete uno spasso????
A me è sembrato che a lezione nessuna abbia mai fatto presente le sue preoccupazioni in questo modo così "dotto" e "cosciente".... Mi sembra invece che tutti si siano preoccupati di passare l'esame e pure in fretta, visto che le cose da fare sono mille e che non possiamo fossilizzarci su questa unica prova ( senza mancare di rispetto a nessuno)....
Un attimo di coerenza.... poca filosofia... e mi andrebbe di dire alle persone che sono "così disponibili nel dare i loro appunti e le loro lezioni a tutti" ( sembra una distribuzione miracolosa) che io a lezione non ho mai visto e palpato in modo così evidente la vostra disponibilità...una dimostrazione????
A lato di questo blog mi sembra di assistere ad una chat, più che ad uno spazio in cui uno aiuta l'altro... Ci sono domande senza risposte, saluti e complimenti vari...io per primo non do risposte...
Perchè, ragazzi, beh!!! amore con amor si paga... e qui vedo solo falsità!!!!!

Anonimo ha detto...

che a maronn c ha cumpagnn

Maryg ha detto...

XAnonimo arrabbiato: Mamma mia qnto sei arrabbiato "anonimo arrabbiato"....
Per certi versi avrai anke ragione ma xquel ke mi riguarda puoi chiedere a chi ti pare se sono una xsona disponibile o meno....e in ogni caso, nel mio piccolo, ho dato le risposte ke sapevo in qsta "chat".
Le tue parole nn mi fanno male, e ti rispondo solo xkè mi toccano in prima xsona dato ke sno io "quella disponibile" a cui ti riferivi!
Vabbè allora in bocca al lupo xdomani! Ciao ciao!

sara83 ha detto...

maryg data la tua disponibilità potresti spiegarmi, per favore l'esperimento della torre di controllo di faucheux e moscovici?che cosa vuol dire e mostrare?saresti molto gentile, grazie

Maryg ha detto...

Xsara83: Ciao!Io te lo spiego ma vale quello ke ho detto qndo ho spiegato l’after effect e cioè ke quello ke scrivo è quello ke io ho capito e nn so se è xfetto xciò se il prof. lo vede….è meglio!
Allora…
Abbiamo influenza minoritaria qndo UN soggetto più debole(apparentemente) è capace di contrastare una maggioranza nonostante la propria debolezza. Questo tema abbiamo visto ke è stato studiato da Moscovici che ha fatto esperimenti sull'influenza minoritaria tra cui proprio quello della torre di controllo.
La psicologia della percezione visiva viene applicata al controllo della navigazione aerea. Si formano i soliti gruppi dove c’è il solito complice dello sperimentatore il quale da sempre una risposta fissa; abbiamo poi dei disegni geometrici nei quali vengono fatti variare la dimensione, la forma, il colore, il tratto (vedi slide n° 5 sull’influenza minoritaria). Vengono poi fatte delle domande ai “gruppi di cavie” (lo so ke il termine è improprio ma…suonava bene!!!).
Il solito complice sceglie sempre la stessa risposta. Ora la maggioranza è composta dai soliti “ingenui” e la minoranza dal solito “complice”. Conclusione? La maggioranza (ingenui) cambia la propria “versione dei fatti”, le proprie risposte…xkè? Xkè l’influenza minoritaria del complice ha INFLUENZATO la maggioranza degli ingenui!!!
Sxo sia esatto e sxo sia chiaro!
Ciao ciao e….a domani!

Anonimo ha detto...

maryg allora il sogg complice e' riuscito a influenzare la maggioranza perche' e' stato molto consistente?scusa tel ho chiesto solo per una conferma!!!!cmq sei stata molto chiara nel spiegare quell argomento per quanto mi riguarda!!!!!ciao

sara83 ha detto...

grazie maryg!!!!

sara83 ha detto...

grazie maryg!!!!

Maryg ha detto...

Xanonimo: Bè da quello che ho capito io il complice è stato....molto carismatico, convincente o "consistente" come dici tu! persuasivo....Insomma si, secondo me il senso è quello....Ora vi saluto! Ci vediamo domani! Ciao a tutti!!!

sara83 ha detto...

aspetta mary g...scusa se sono scocciante potresti spiegarmi che cos'e' la coerenza flessibile di cui parla nemeth????grazie

anomico ha detto...

Sara83, penso che la coerenza flessibile sia la capacità della minoranza di non porsi in aperto antagonismo verso la maggioranza. In particolare, secondo la Nemeth l'influenza minoritaria ha più effetto se non c'è rigidezza, ma una flessibilità della minoranza verso la posizione della maggioranza.
Studiando sul manuale mi pare di aver capito che, in caso di coerenza flessibile, possa esserci una sorta di adeguamento reciproco tra le parti (minoranza e maggioranza). Il risultato è la normalizzazione, cioè la capacità di incontrarsi e di darsi dei limiti (norme) entro i quali agire.
Mi rimetto al prof per tutte le imprecisioni presenti e mi auguro di essere stato sufficientemente chiaro.

Uno sfogo: NON MI VA DI RIPASSARE, MI SONO ROTTOOOOOOOOOOOOOO

SARA ha detto...

grazie anonimo!

sara83 ha detto...

ragazzi scusate ma sulla libertà che c'è da dire?