martedì 9 ottobre 2007

l'influenza minoritaria



Con il tema dell'influenza minoritaria abbiamo "completato" (si fa per dire) il discorso sull'influenza sociale.
Quello che vi deve essere chiaro è che l'influenza minoritaria comporta una maggiore assunzione di responsabilità da parte del soggetto che cerca di influenzare (è una minoranza che si contrappone ad una maggioranza!) e che per essere efficace la fonte minoritaria deve essere consistente.
Fate attenzione alle differenze tra modello funzionalista e genetico, e al tema della conversione (after effect).

12 commenti:

Anonimo ha detto...

E pensare che io mi "vergogno" persino nel chiedere un numero di telefono!!!!
Immagino quel poveraccio davanti a quei carrarmati...
Secondo me moriva di paura!!!!
Penso però anche un'altra cosa: morire così ( perchè da quello che ci è stato detto ha fatto una brutta fine...) non ha scopo...
Parlerò a sproposito, ma può essere che un ragazzo della sua età, della nostra età, abbia avuto una così forte motivazione per intraprendere un gesto del genere...???
Secondo me non aveva niente altro, aveva solo quello scopo nella vita, altrimenti non si sarebbe "buttato via" in quel modo...
Mica stiamo parlando di chiedere un numero o di parlare per primi durante una lezione, cavolo!!!! stiamo parlando di rimetterci la pelle....

Anonimo ha detto...

prof non avrei molto capito il modello funzionalista e quello genetico, potrebbe dirlo in 2 parole?grazie

Anonimo ha detto...

prof in parole povere potrebbe dirmi cos'è l'influenza minoritaria??

Anonimo ha detto...

prof neanche io avrei capito la differenza tra modello funzonalista e modello genetico, potrebbe spiegarlo in breve

Mary ha detto...

Se ho ben capito...il modello funzionalista consente di controllare il comportamento della societ� riguarda l'influenza maggioritaria quindi controllo sociale e conformit�.L'individuo subisce l'influenza della maggioranza,ne consegue che attraverso il principio del minimo sforzo "economia psichica" (dare una conclusione senza sforzarsi troppo mentalmente)egli � portato a seguire la maggioranza per acquiescenza..l'individuo � acquiescente xk�vuole conformarsi alle aspettative degli altri x il bisogno di essere accettato..x paura dell'isolamento e del rifiuto sociale.. subisce volontariamente l'influenza normativa della maggioranza.Il modello genetico � opposto al funzionalista xk� fa nascere una situazione nuova:rinascita x conversione!Se una minoranza fermamente convinta delle proprie opinioni,con fermezza e insistenza le porta avanti,pu� indurci a cambiare idea semplicemente xk� � stata completamente credibile.. IN 2 PAROLE:MOD.FUNZIONALISTA=MAGGIORANZA=CONFORMITA'=ACQUIESCENZA
MOD.GENETICO=MINORANZA=CONSISTENZA=CONVERSIONE

Mary ha detto...

Se osserviamo la slide dell'uomo e i carrarmati riusciamo a capire bene la differenza tra il mod. funzionalista e quello genetico... i carrarmati rappresentano il primo e l'uomo il secondo.Xkè i carrarmati non lo hanno investito?XKè sono stati colpiti dal coraggio dell'uomo o xkè vogliono sapere cosa ha da dire?...Comunque l'azione dell'uomo li ha bloccati anke se sarebbe stato molto più facile investirlo visto che cmq si tratta di un'azione di guerra...(conversione di maggioranza)L'uomo è la minoranza,consistente xkècome notiamo nella slide è fermamente convinto di quello che sta facendo,sà la gravità del rischio a cui si sta sottoponendo...Quindi xkè i carrarmati si sono fermati davanti all'uomo?xkè la minoranza (l'uomo)è stato talmente credibilee consistente da far cambiare idea ai piloti dei carrar (maggioranza)...vi pare?

Anonimo ha detto...

secondo te, Mary, il ragazzo ke rischia la vita, mettendosi davanti ai carriarmati, può essere considerato un fesso o un eroe?
l'influenza minoritaria, stando a quello ke ho capito io, è mortale per ki mette a disposizione degli altri la propria personalità consistente.
allora, perchè conformarsi a tale modello distruttivo?
si tratta di scelta individuale, o di mera imbecillità?
perchè c'è sempre qualcuno che idolatrizza queste persone?

mary ha detto...

Quel ragazzo di sicuro non � un eroe e ancor meno un fesso!E'comunque a giudicare dall'azione che sta compiendo di sicuro non ha delle idee conformi alla realt� che sta vivendo.Certe scelte,coraggiose o meno (secondo i punti di vista) di coloro che pur mettendo in pericolo la loro vita cercano di dire agli altri " non ci sto"giusto o sbagliato che sia deve far riflettere... io penso che entrambi le influenze possono essere distruttive se l'individuo assume il ruolo dell'altro!!!!

Anonimo ha detto...

Caro prof,
insieme alle slide, potrebbe pubblicare il documento in un formato più facilmente stampabile?
Riceverebbe qualche benedizione in più.
Grazie

sara83 ha detto...

ma l'after effect coincide con la conversione che è il cambiamento dei valori, delle credenze della maggioranza nei valori consistenti della minoranza?

Anonimo ha detto...

Stamattina ho visto in tv un film che mi ha sconvolto: "Pleasantville". Vi consiglio di vederlo. Non ci sono scene cruente, non c'è sangue nè effetti speciali straordinari: si assiste solo ad un graduale passaggio dal "bianco e nero" al "technicolor", ma è SCONVOLGENTE.
Ciao a tutti e pensate a studiare invece di perder tempo sul blog :-)

Anonimo ha detto...

Anche tu, invece di perdere tempo davanti a un "film sconvolgente! e al blog!!!!!!!"