martedì 6 novembre 2007

attribuzioni e causalità personale

19 commenti:

vany ha detto...

prof mi spiega meglio il concetto di causazione personale e causazione non personale......??????
grazie...

ale ha detto...

... la teoria dell inferenza corrispondente??? in cosa consiste?? mi aiuti prof
grazie

rob ha detto...

la rilevanza edonica rappresenta un fattore che genera inferenze corrispondenti??? che significa???

ale ha detto...

concordo cn rob!

confusione83 ha detto...

io invece non ho ben capito il locus of contro...mi sembra sia l'elemento che dà motivazioni sul fatto che la causa di un comportamento sia imterna od esterna, quindsi è collegato all'attribuzione in base alla quale io spiego il comportamento con cause interne od esterne. in questo modo ho il controllo sull'ambiente.Giusto prof?

ancora in confusione83 ha detto...

e la teoria dell'inferenza corrispondente?

vale87 ha detto...

prof mi scusi ma successo ed insuccesso di weiner consiste nella classificazione delle cause in interne ed esterne, controllabili non controllabili, stabili e instabili???.......

112 ha detto...

buongiorno a tutti!
l'attribuzione disposizionale è quel processo in base al quale l'individuo tende ad attribuire all'altro tratti disposizionali, ovvero tratti della personalità stabili. Questo in relazione al fatto che tale processo solletichi la nostra rilevanza edonica.
Fino a qua ci siamo; allora qual è il passaggio in base al quale si parla di inferenza corrispondente?

francy ha detto...

l espressione l osservatore è più orientato ad infierire disposizioni cosa significa???

xxx ha detto...

scusate qualquno sa dirmi dove trovare la percezione e la rappresentazione???

sara83 ha detto...

siccome il prof è impegnqato in convegno ha detto di aiutarci tra noi nelle risposte...rispondo a Vany..la causazione personale ha a che fare con motivazioni o abilità della persona, quindi è personale riguarda disposizioni interne alla persona; al contrario la causazione non personale è esterna perchè la causa del comportamento o dell'evento ha a che fare con circostanze esterne, legate al caso.Spero di esserti stata di aiuto

sara83 ha detto...

Rispondo anche a Vale87(dobbiamo aiutarci tra noi poerchè il prof è in convegno e questa settimana non ci risponderà).Allora il modello di Weiner parla di successo ed insuccesso che possono avere cause stabili di tipo interno, cioè dovute alla nostra abilità, ed esterne ad esempio dovute all'antipatia dell'insegnante nel caso ci fosse andato male il test di psicologia sociale(è un esempio) e cause instabili interne, che dipendono sempre da noi ed esterne, cioè dovute al caso.Adesso qualcuno può aiutare me con la teoria dell'inferenza corrispondente?

vale ha detto...

sara io ci provo... ma nn sò se è giuto.. con inferenza corrispondente intendiamo i modi con cui le persone effettuano attribuzioni circa le disosizioni di chi compie un azione...ossia il modo con cui le persone sulla base di comportamenti osservati e delle caratteristiche dei contesti in cui tali comportamenti hanno avuto luogo producano inferenze sul grado di responsabilità dell attore e sulle sue disposizioni stabili....

111 ha detto...

qualquno può dirmi in cosa consiste la teoria della gestalt???

Anonimo ha detto...

Qualquno potrebbe dirti di cercartelo su google.

112 ha detto...

caro 111, ma c 6 o ci fai?
durante tutto il corso il prof s è esasperato a dirci che dobbiamo abbandonare la nostra pigrizia psichica. Coma puoi ancora fare queste domande?

Mary Anne ha detto...

Scusi Prof. volevo avere una precisazione riguardo alla categorizzazione. Nell'approfondimento che lei ci ha dato sulla categorizzazione e gli schemi, c'è scritto che la categorizzazione è rendere equivalenti cose distinguibilmente differenti, mentre nlla slide relativa al pensiero di Allport sulla categorizzazione, si parla di processo cognitivo in base al quale vengono resi distinti elementi potenzialmente uguali. Sbaglio nell'interpretarle o queste due frasi esprimono sullo stesso tema 2 concetti totalmente opposti?!

Anonimo ha detto...

112 VERGOGNATI...CERCA DI ESSERE PIù GENTILE...

Stani Smiraglia ha detto...

chiedo scusa a mary anne se le rispondo in ritardo.
nessuna contraddizione: le categorie servono per distinguere gli oggetti in quanto inseriti nelle categorie (distinzione inter-categoriale: vengono resi distinti elementi potenzialmente uguali), ma l'effetto di questo processo produce un'omogeneizzazione di oggetti potenzialmente diversi in quanto inseriti nella stessa categoria (omogeneizzazione intracategoriale: rende equivalenti cose distinguibilmente differenti)